A fondo bianco

Standard

Avevo dimenticato il benefico effetto di una colossale sbronza presa al momento giusto. Ieri sera, dopo una lunga serie di brindisi “a fondo bianco” (come dice la Ros), si è rivelato più chiaro anche il fondo più profondo dei miei pensieri. Anche io “chiamo sempre qualcuno che non mi risponde, e grido faccia al muro, non mi arrendo lo giuro”. Dopo una notte di delirio, di specchi parlanti e luci distorte, appare tutto più accettabile; persino le situazioni più assurde ed irreali in cui la personalità dominante del momento è riuscita ad infilarti. Ieri pomeriggio il mio orlogio si è fermato alle sei esatte, è rimasto fermo tutta la notte. Inspiegabilmente, quando mi sono svegliata segnava le 12:30, aveva ripreso ad andare ed era quasi in perfetto orario, come se la mia vita avesse ripreso a scorrere normalmente. Non mi piace però, non voglio che torni tutto a scorrere “normalmente”; senza gioia, senza entusiasmo. Avevo trovato il mio equilibrio nel caos più completo, ma quella sensazione di dolorosa incertezza, non sono più abituata a sopportarla ed ho dovuto andare avanti a modo mio, il mio modo sempre sbagliato, il mio ottuso modo da vigliacca che abbandona il campo, il mio patetico modo da sconfitta che per paura di perdere una cosa bella, finisce col perderla…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...