Under the moonlight

Standard

La luce della luna rivela l’essenza delle persone. Detesto le menzogne, le persone false che si spacciano per oneste, sponsorizzando la propria trasparenza a dispetto dell’evidenza. Mi fanno schifo quelli che non hanno il coraggio di esprimere i propri pensieri e camuffano le proprie intenzioni taglaindoti fuori dalla loro vita quando non fai più comodo, quando dovrebbero spiegare toppe cose prima a sé stessi e poi agli altri. Ne ho incontrate poche di persone così, ma sono comunque una di troppo. C’è sempre una persona di troppo nella propria vita, quella che fa cadere la goccia, quella che ti spinge ad andare oltre lo specchio e superare i tuoi limiti del momento. E’ così che affronto lo smarrimento, travalicando i miei limiti. Attingo a piene mani alle miei risorse e scopro di averne molte più di quante non ricordassi. Oggi l’aria è fredda, ma è un buon giorno per voltare pagina, in realtà ho voltato pagina già da un po’ anche se all’inizio è stata dura e metabolizzo solo ora. Comprendo che ciò che mi ha fatto più male è stato passare per quella che non sono; non so se sia chiaro che sono ben consapevole di come stiano le cose, ma non importa. Io sono l’Aurora di sempre, quella che in tanti amano e cercano, quella che continua a credere nelle persone e figuriamoci se mi faccio guastare la festa dal primo scimunito che mi si para davanti. Nonna Dora diceva ” Ce ne sono di pietre per la strada figlia mia, se volessi dare un calcio a tutte quelle che incontri dovresti cambiare un paio di scarpe al giorno”. Nonna avevi ragione, del resto le nonne hanno sempre ragione. Anche io avevo ragione, ho ragione quando dico che le cose sono esattamente come sembrano, ho ragione quando dico che le sensazioni che si hanno vanno considerate sempre valide, ho ragione quando i conti non tornano, ho ragione quando metto su un CD e ballo da sola, ho ragione quando mi faccio un caffè forte, ho ragione quando vado a casa e torno presto, ho ragione quando abbraccio i miei amici, ho ragione quando mi accuccio accanto al mio papà sul divano, ho ragione quando mi infilo nel letto di mia sorella, ho ragione quando è il momento di fumarsi una sigaretta, ho ragione quando sogno di volare, ho ragione quando smetto di studiare, ho ragione quando compro un libro e lo scelgo dalla copertina, ho ragione 1000 volte al giorno e 1000 volte ancora avrò ragione, ho ragione quando ho ragione e mi piace, anche se spesso fa male. Una volta un amico mi ha chiesto cosa ne pensassi e se avesse fatto bene, non lo so cosa penso, ma ho ragione. Ed ho ragione ora che ne vengo fuori, magari ho dato l’impressione di avere pooca dignità, ma avevo bisogno di tempo per valutare bene, per comprendere tutte le sfumature, perchè non mi si potesse dire “Le cose non stanno così, hai torto”…eh no! Ho ragione io !!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...