巻き寿司 握り寿司

Standard
Il vostro amico Pasticcio si auto-invita a cena con la scusa di fare da cavia alla vostra frenesia di cucinare orientale. Accettate il rischio di farvi criticare per l’esperimento culinario, per il piacere di stare in compagnia e in virtù del fatto che il vostro amico porterà sicuramente con sè la sua nuova e fiammante fotocamera con cui potrete fargli immortalare la vostra tanto studiata “Operazione Sushi”. Dimentichi delle gesta di Roy Murcock ( o come diavolo si chiamava lui) gli affidate il compito di eseguire il reportage della missione in terre d’oriente. Appena arrivato, mentre siete immerse fino ai gomiti nel riso esordisce con un “Hai qualcosa da mettere sotto i denti?”… “Sì, la cena se hai la bontà di aspettare”. In itinere si è aggregato anche Lo Spocchioso, che può vantare un viaggio di due settimane in Giappone e che sicuramente potrà giudicare, senza teme di smentita, il vostro operato…. Makiushi, Nigirisushi, Involtini primavera, Ravioli al vapore, Zucchine pastellate in tempura ( variante mediterranea che mi garantiscono non esiste nella cultura nipponica ), il tutto bagnato da salsa di soia e condito con wasabi. Alle 22:00 arriva Lo Spocchioso, mentre state friggendo le zucchine e gli involtini bastardi ( perché prese dalla stanchezza avete affrettato la preparazione facendoli grandi il doppio del solito ) che si bucano durante la cottura… Finalmente si mangia, preparo anche il tè verde arrivato dritto dritto dal Giappone. RISULTATO:
Una quantità industriale di roba.
Involtini mutanti enormi, troppo poco croccanti ( e dire che era l’unica cosa che avevo già fatto in passato, sempre con ottimi risultati L )
Ravioli al vapore, non male come sapore, salvo per il piccolo particolare che la pasta doveva essere spessa la metà e che quindi la cottura sarebbe risultata più agevole ( e completa…)
Sushi in genere (polpettine, rotolini, e pallotte) buono, ha sicuramente soddisfatto la voglia che avevo. La prossima volta mi concentrerò su un solo piatto e seguirò alcuni consigli dei convitati ( convitati giustappunto per fare da cavie e dare giudizi… sob)
Il reportage di Roy Paticcio Murcock consta di 4 foto ( di cui una sfocata) nelle quali si vedono le mia braccia che affondano in una enorme ciotola arancione piena di riso, si intravedono boccette di spezie e ingredienti, si intuisce che se avesse spostato la macchinetta di 1cm avrebbe inquadrato (almeno in una delle foto) anche il piatto con il Makisushi, più un triste primo piano di un piatto di norimaki posati durante la preparazione… quanto di più lontano ci possa essere da un piatto di portata guarnito e ben preparato…. In compenso il reporter mi ha consolata con un ” Non ti preoccupare, ne ho un buon ricordo… nello stomaco e al palato”. Ricordatemi, quando andrò in vacanza, di portami dietro Ciccio per fargli mangiare tutti i monumenti che vorrò immortalare…
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...