Romagna mia

Standard

Ore 5:00 mi rigiro agitata nel letto, non trovo pace, non ho sonno, ho sonno, sono stanca, non voglio dormire, vorrei uscire. Sale un suono dalla strada e squarcia la mia finestra. Qualcuno sta urlando in strada, tendo l’orecchio assonnata, qualcuno canta forte, non capisco cosa. A poco a poco i suoni prendono forma e le parole acquistano un senso…Romagna mia Romagna in fiore? Ah amico mio, se sei sobrio io sono figa….Da qui un omaggio doveroso.

La voce degli ubriachi

senza domani, senza ragioni

si staglia in quest’aria fredda

senza timori né convinzioni

si ferma senza pudori

senza paura delle opinioni

e in quest’aria senza colori

gioca col filo degli aquiloni

La voce degli ubriachi

è come l‘acqua di un grande deserto

è il coro di pezzi di vetro

è come nuvole in un cielo aperto

è la voce di uomini senza gloria

senza fortuna ma chissà quanta storia

È la storia di uomini persi

sotto la falda del proprio cappello

è la storia di un uomo che vive

alla ricerca del sogno più bello

uomini che si rifugiano

dietro le lenti di occhiali scuri

e da dietro guardano il mondo

almeno un po’ più sicuri

Gli ubriachi affogano i pensieri

tra la onde di un bicchiere di vino

e te li perdi per giorni interi

anche se parlano lì vicino

e parlano di cuori infranti

e di una storia per loro mai finita

e bestemmiano di diavoli e santi

per poco tempo padroni della vita

Gli ubriachi si specchiano gli occhi

sul fondo piatto di una storia triste

e il loro cuore batte lento i rintocchi

di un’esistenza di cose mai viste

e poi piangono lacrime amare

tanto le lacrime non valgono niente

piccole lacrime che sanno di mare

piccole lacrime perse tra la gente

E non puoi immaginare

il freddo che fa sotto il loro vestito

non puoi immaginare

quanto fa male un cuore ferito

e tutto il sangue perso

per combattere una storia d’amore

te lo ritrovi

in un bicchiere di vino e di dolore

La voce degli ubriachi

l’hanno ascoltata anche in una chiesa

vibrava fra l’altare e Cristo

vibrava come una corda tesa

(Giovanni Di Tonno – La voce degli ubriachi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...